giovedì 16 agosto 2007

Per Antonio

Antonio Girimonte era il segretario dei DS di Caccuri, il paese della pre-Sila Crotonese nel quale sono cresciuto. Uno 'splendido quarantenne' come amava definirsi. Tanta voglia di vivere e la passione per la politica locale. Sostenitore pacato, ma convinto, del dialogo tra Sinistra e mondo cattolico già dalla metà degli anni Novanta.
Uno di quelli che oggi avrebbe sicuramente aderito con convinzione al nascente Partito Democratico. Un meridionale che viveva con autentico dolore il dramma dell'emigrazione che, ancora oggi, spopola tanti paesi del nostro Sud.

Antonio aveva, in più, una dote preziosa. Sapeva far sorridere le persone. Insomma uno con cui si stava bene insieme. Capace di ridere delle cose della vita come di se stesso per un piccolo difetto di pronuncia che lo rendeva inconfondibile.
Aveva qualche anno più di me. Per fortuna non tanti da impedirmi di condividere con lui qualche opinione, qualche cena o, come pure è capitato, qualche viaggio.

Quattro anni fa se n'è andato. Troppo presto. Da allora ogni anno il 15 agosto gli amici di Caccuri lo ricordano con un memorial di calcetto a lui dedicato (Antonio era un ottimo difensore). Trovo che sia un bel modo per ricordare gli amici che non ci sono più. Spero che l'entusiasmo non si spenga col passare degli anni (e il crescere delle panze...)
Quest'anno ho partecipato al memorial anch'io. Confesso di aver provato una grande emozione. Erano circa cinque anni che non tiravo un calcio a un pallone (se non si contano quelli alla palla di Winnie the Pooh di mio figlio che ha due anni). Grazie a una squadra eccezionale (a cominciare dal portiere e da un pilastro della difesa come Antonio Mercuri) allenata da un coach d'eccezione come il grande Peppino Miliè, abbiamo portato a casa il trofeo.
Non riesco a immaginare un modo migliore per passare il ferragosto.

19 commenti:

Eli ha detto...

Eh, ma il punteggio? Come è finita?

BUONE VACANZE EUG! Quando torni?

Eugenio ha detto...

La finale è finita 4-0 per noi.
Buone vacanze anche a te.
Torno verso la fine del mese per mettere a punto il dibattito del 16 alla festa de l'Unità a Bologna.
P.S. Com'è andata con le tue valigie?

Dioniso ha detto...

Buone vacanze anche da parte mia.

Eli ha detto...

E' andata bene: ho diviso le cose fra valigia francese e valigia umbra. :-)

Eugenio ha detto...

@dioniso: grazie dioniso. A questo punto (in vacanza mi collego raramente, quindi non vedo spesso i commenti) buon rientreo a te.
@eli: due valigie? Sei stata in Umbria e Francia? Dove in Umbria?

Anonimo ha detto...

sono stupita ed emozionata!!!buona fortuna

Eugenio ha detto...

@anonimo: Grazie. Ma come mai sei "stupita ed emozianata"?

Stregazelda ha detto...

eugenio! eccomi tornata fresca fresca da stoccolma e leggo il tuo post! Non so perché ma ho particolare nostalgia del calore dei miei amici. Comincerò a sentirmi vecchia? Ho paura del tempo che passa? Il tuo post è poetico e dolce, mi avevi già parlato del tuo amico antonio e sentirtelo ricordare qui è stato commovente. Buon rientro (mi ha detto Gennaro che domani sarai in ufficio, lo spero!!!)

Eugenio ha detto...

@stregazelda: eccomi al lavoro e alla lotta. Attenta, la nostalgia è il sentimento degli anziani e dei reazionari: tu dove ti collochi?
Mi fa piacere che ti ricordi di Antonio e di ciò che ti ho raccontato di lui.

Stregazelda ha detto...

che domande, eugenio, meglio anziana, reazionaria MAI!
Però attento, la nostalgia non è solo sentimento degli anziani, e non ha una connotazione negativa come potrebbe apparire. E poi sto parlando di nostalgia per i miei amici, quindi sto parlando di sentimenti veri. Quelli di cui a volte si ha un pò paura.
Un bacio di buon rientro.

folaga ha detto...

brava stregazelda! trovo che la nostalgia sia uno dei regali più belli della vita.

lo struggente, incessante anelito al ritorno...
a una persona, a un sentimento, a un rocordo, a un sé lontano, a un luogo fisico o dell'anima...

struggente eppure così discreto da consentire tutti i 'viaggi' che si possono e si vogliono.

non l'ho mai vissuta con sospetto, né con disagio...

p.s. non cito Odisseo per non infierire sul mio blogger preferito ;)))

baci

Eugenio ha detto...

@stregazelda: anziana? :(( Ma se sei un fiore. E comunque era solo una battuta. Io sono sempre stato malato di nostalgia, dovrei farti leggere alcune cose che ho scritto.
Concordo, tra l'altro, con folaga, della quale, però, non commento il p.s. per quieto vivere.

Stregazelda ha detto...

@folaga
non mi parlare di "struggente", è la condizione costante della mia vita. C'è sempre qualcosa o qualcuno per cui mi struggo, vicino o lontano (si può struggentemente avere nostalgia anche del presente).

a lato, vorrei complimentarmi con te e eugenio per il meraviglioso e vispo erede che avete creato e che ieri ho avuto l'onore di intrattenere per qualche minuto...bravi, continuate così!

Un bacio

Peppe ha detto...

Ciao, sono Peppe.
Come dicevano Ficarra e Picone vorrei capire......ma se a casa mia...appena ristrutturata avessi "sistemato" un piccolo campanile..(..di pochi metri) e una croce avrei dovuto pagare l'ICI o no?
Saluti e a presto
Peppe

folaga ha detto...

@stregazelda: si fa presto a dire 'continuate così!'. tu (l'erede) lo hai intrattenuto per qualche minuto. noi ce lo abbiamo sul groppone h24! ti assicuro che con lui si fa presto ad andare in overdose...

@peppe: che sorpresa! questa polemica anticlericale da te proprio non me l'aspettavo.

Evviva! lo spirito sabaudo comincia a scalfire la tua corazza borbonica. era ora!

Eugenio ha detto...

@peppe: Se avessi messo campanile e crocifisso non acresti dovuto pagare l'ICI... Ma forse sei ancora in tempo per farlo.

@stregazelda: Ma tu com'è che ti sei fermata subito e non hai continuato coosì come avevi iniziato? Eppure il risultatop mi sembra buono e desiderabile. Un abbraccio

Stregazelda ha detto...

@eugenio: Innanzitutto perché, ahimé, ho cominciato tardi e l'età si faceva sentire. Poi perché sono venute a mancare delle condizioni essenziali...E poi perché, visto il risultato ottimo, avevo anche paura di non potermi ripetere sulle stesso livello.

Eli ha detto...

Buongiorno caro Eugenio.
In Francia sono stata ad Aix En Pce (avevo affittato una casa lì come "punto di appoggio") e quindi ho girato poi per la Provenza.
In Umbria ho delle cugine in un paese fra Spoleto e Foligno che si chiama Campello sul Clitumno, immagino tu lo conosca.

Quando inizia sul tuo blog la discussione sulle primarie? Noi di via dei Giubbonari (e in tutto il primo municipio di Roma) siamo in piena attività, anche a causa del blitz mediatico che alcuni compagni hanno voluto provocare. Se vuoi ti spiego meglio, e sennò sul mio blog.
Baci baci

Eugenio ha detto...

@eli: Francia e Provenza, che meraviglia. Spero che avrai portato con te un libro degli antichi canti dei trovatori da recitare a secondo del luogo in cui ti recavi. Se non l'hai fatto, ti consiglio di attrezzarti per la prossima volta.
Bellissima anche l'Umbria dove, così come in Provenza, immagino avrai mangiato e bevuto divinamente.
La discussione sulle primarie all'estero inizierà appena avrò il tempo di scrivere un post sul lavoro che stiamo facendo in questi giorni e che mi sta prendendo moltissimo tempo.