martedì 5 febbraio 2008

L'eterna promessa

E così si andrà presto al voto. Senza nemmeno fare la riforma elettorale. Voglio prima provare a chiarirmi un po' le idee. Nella scorsa legislatura, con i soli voti della Casa delle libertà, Calderoli scrive una riforma della legge elettorale che distribuisce i premi di maggioranza su base regionale, ben sapendo (probabilmente facendolo proprio con questa intenzione) che questo sistema avrebbe portato instabilità politica: cosa che terrorizza ogni politico, imprenditore o economista serio in ogni angolo del mondo.
  • Lo stesso Calderoli, intervistato sul capolavoro da lui scritto, definisce quella legge una "porcata". E come se io, appena finito di scrivere un mio post, interpellato da qualcuno su cosa ne penso, direi che fa schifo. Ma perché pubblicarlo allora? Misteri del Nord-Est.

  • Gianfranco Fini, ritenuto il più abile dei politici del centrodestra, nonché eterna "futura promessa" di leader della CDL, vota con entusiasmo la "porcata" di Calderoli.
  • La CDL perde le elezioni e vince L'Unione, con una maggioranza risicatissima al Senato (tutto calcolato).
  • I referendari raccolgono le firme contro la legge "porcata" di Calderoli e tra questi, quello che più si ingegna per la raccolta delle firme e come promotore del referendum contro la legge che ha votato, è Gianfranco Fini, "l'eterna promessa" a leader della CDL, che la ritiene una iattura e pensa vada modificata.
  • Cade il Governo Prodi e Napolitano fa di tutto per far capire (cosa scontata) che prima di votare occorre modificare quella legge, e per questo incarica Marini di formare un Governo che si occupi di questa riforma.
  • Fini, "l'eterna promessa" a leader della CDL, che ha sostenuto in ogni contesto l'esigenza di modificare la "porcata", rifiuta ogni possibilità di modificare la legge e chiede il voto anticipato proprio con la "porcata" che voleva cambiare e per la quale ha raccolto le firme per il referendum.
  • Prodi, intanto, annuncia che non si ricandiderà, lasciando al futuro inquilino di Palazzo Chigi la seguente eredità: il famoso "tesoretto" di oltre 20 miliardi di euro recuperato dall'evasione fiscale con il quale si sarebbero dovuti aumentare i salari dei lavoratori dipendenti e rilanciare la produttività; i conti pubblici risanati, con un deficit del 2008 attestato a poco più del 2%; una crescita del PIL dell'1,5% (Berlusconi l'aveva lasciata a 0,0%: recessione); il livello di disoccupazione al 5,6% (il più basso degli ultimi 25 anni).

Potrei anche continuare con questi dati, ma chi è interessato può approfondire il discorso leggendosi quali buoni frutti preveda il protocollo sul welfare soprattutto per i giovani, per chi è in cassa integrazione, in mobilità o è disoccupato.
Insomma, penso che, nonostante tutto, abbiamo lavorato bene per l'interesse dell'Italia tutta. Penso che l'eredità che lasciamo sia buona. Il problema, però, è che gli italiani percepiscono malissimo questa maggioranza, nonostante i suoi risultati positivi. C'è, dunque, uno scollamento, o meglio una dissociazione, tra i positivi risultati ottenuti in campo economico e finanziario e la percezione della gente nei nostri confronti. E tutto ciò penso dipenda dalla condizione di instabilità a cui siamo stati sottoposti e dall'alto tasso di litigiosità dimostrata. Tutti elementi favoriti dalla legge elettorale che tutti criticano, ma che pochi vogliono davvero cambiare, compreso Fini, "l'eterna promessa" a leader della CDL, il quale ha capito che è meglio essere futura promessa in eterno che possibile leader vero fra qualche anno.

Già, perché far vivere un Governo che cambi la legge elettorale, significherebbe anche far recuperare tempo e terreno utile al PD per vincere le prossime elezioni. Disubbidire agli ordini di Berlusconi oggi, distruggendo la CDL e procurando una immediata sconfitta dello stesso Biscione, non gli assicurerebbe un dicastero nel prossimo Governo.
Fini, "l'eterna promessa" a leader della CDL, dunque, che ben ricorda il familiare motto "credere, obbedire, combattere", rinuncia al bene dell'Italia, rinuncia al definitivo tramonto del suo capo (nonché unico padrone della Casa delle libertà) e si accontenta di un possibile prossimo ministero e di continuare ad essere "l'eterna promessa" a leader della CDL. Naturalmente, però, rivedendo in chiave pacifista (l'unica volta) il noto motto mussoliniano: da "credere, obbedire, combattere" a "obbedire". A Berlusconi e alla Lega, naturalmente, mai agli italiani.

17 commenti:

dioniso ha detto...

Che depressione!

Saluti

Clral73s ha detto...

Che tristezza, o che risate. Il problema è che noi soffriamo della sindrome di Tafazzi. Non possiamo prendercela con Fini che non ci da una mano a riformare la legge elettorale. Lui fa il suo gioco, si vede che si accontenta di questo.

maga ha detto...

....nn si può + seguire una trasmissione oggi si sono accorti che una famiglia media nn arriva a fine mese e invece di scervellarsi x indicare una possibile strada da seguire fosse anche DRASTICA! ci si lecca le ferite...e poi i sentimenti xenofobi che aumentano e il POLITICANTE di turno dice: bisogna regolamentare la presenza degli extracomunitari,
aumentano le violenze sulle donne e una conduTTRICE quasi quasi attribuisce la colpa alle stesse xchè poco prudenti...cosa c'è di poco prudente forse vorrebbe indicarci le fasce orarie x uscire senza pericolo?
e l'ambiente ci si spreca in campagne pubblicitarie bellissime ma l'immondizia ci sommerge,
dulcis in fundo la SANITA' e soprattutto in Calabria ultimamente è diventata una SELEZIONE NATURALE domenica mattina mi sono recata al pronto soccorso x un taglio al dito dalle 7.45 sono stata visitata alle 11.35 ( e credetemi nn sono una che nn si nota o che nn si fà sentire!!) ma il mio povero dito nn era importate difronte ad urgenze reali o presunte e alla presenza di un unico DOTTORE che tra le altre cose si sentiva un PADRE ETERNO...e io la attonita dall'ennesima esperienza da dimenticare presso l'ospedale mi sono chiesta se tutto questo marasma nn fosse anche colpa mia!
colpa della gente che ho votato x rappresentarmi colpa x la sudditanza naturale nei confronti di chi potrebbe fare tanto ma fa tanto solo x SE'...potrei continuare all'infinito questo mio sfogo è x sottolineare che oggi come oggi NN SO' + IN COSA CREDERE e ad aprile cosa succederà?


Io mi chiamo Pasquale Cafiero
e son brigadiere del carcere oinè
io mi chiamo Cafiero Pasquale
sto a Poggio Reale dal ’53

e al centesimo catenaccio
alla sera mi sento uno straccio
per fortuna che al braccio speciale
c’è un uomo geniale che parla co’ me

Tutto il giorno con quattro infamoni
briganti, papponi, cornuti e lacchè
tutte l’ore cò ‘sta fetenzia
che sputa minaccia e s’à piglia cò me

ma alla fine m’assetto papale
mi sbottono e mi leggo ‘o giornale
mi consiglio con don Raffae’
mi spiega che penso e bevimm’ò cafè

A che bell’ò cafè
pure in carcere ‘o sanno fa
co’ à ricetta ch’à Ciccirinella
compagno di cella
ci ha dato mammà

Prima pagina venti notizie
ventuno ingiustizie e lo Stato che fa
si costerna, s’indigna, s’impegna
poi getta la spugna con gran dignità
mi scervello e mi asciugo la fronte
per fortuna c’è chi mi risponde
a quell’uomo sceltissimo immenso
io chiedo consenso a don Raffaè

Un galantuomo che tiene sei figli
ha chiesto una casa e ci danno consigli
mentre ‘o assessore che Dio lo perdoni
‘ndrento a ‘e roullotte ci tiene i visoni
voi vi basta una mossa una voce
c’ha ‘sto Cristo ci levano ‘a croce
con rispetto s’è fatto le tre
volite ‘a spremuta o volite ‘o cafè

A che bell’ò cafè
pure in carcere ‘o sanno fa
co’ à ricetta ch’à Ciccirinella
compagno di cella
ci ha dato mammà

A che bell’ò cafè
pure in carcere ‘o sanno fa
co’ à ricetta ch’à Ciccirinella
compagno di cella
ci ha dato mammà

Qui ci stà l’inflazione, la svalutazione
e la borsa ce l’ha chi ce l’ha
io non tengo compendio che chillo stipendio
e un ambo se sogno ‘a papà
aggiungete mia figlia Innocenza
vuo’ marito non tiene pazienza
non chiedo la grazia pe’ me
vi faccio la barba o la fate da sé

Voi tenete un cappotto cammello
che al maxi processo eravate ‘o chiù bello
un vestito gessato marrone
così ci è sembrato alla televisione
pe’ ‘ste nozze vi prego Eccellenza
mi prestasse pe’ fare presenza
io già tengo le scarpe e ‘o gillè
gradite ‘o Campari o volite ‘o cafè

A che bell’ò cafè
pure in carcere ‘o sanno fa
co’ à ricetta ch’à Ciccirinella
compagno di cella
ci ha dato mammà

A che bell’ò cafè
pure in carcere ‘o sanno fa
co’ à ricetta ch’à Ciccirinella
compagno di cella
ci ha dato mammà

Qui non c’è più decoro le carceri d’oro
ma chi l’ha mi viste chissà
chiste so’ fatiscienti pe’ chisto i fetienti
se tengono l’immunità

don Raffaè voi politicamente
io ve lo giuro sarebbe ‘no santo
ma ‘ca dinto voi state a pagà
e fora chiss’atre se stanno a spassà

A proposito tengo ‘no frate
che da quindici anni sta disoccupato
chill’ha fatto quaranta concorsi
novanta domande e duecento ricorsi
voi che date conforto e lavoro
Eminenza vi bacio v’imploro
chillo duorme co’ mamma e co’ me
che crema d’Arabia ch’è chisto cafè.

Eugenio ha detto...

@maga: sul giornalismo televisivo ci sarebbe molto da dire, così come sui commenti sull'immigrazione che, più che xenofobia, in Italia sono il segno di pochezza culturale mista, quando parliamo di politici, a demagogia. Per ciò che riguarda, invece, l'efficienza della macchina pubblica (dagli ospedali agli uffici) la cosa è davvero avvilente. L'impiego pubblico è ancora largamente visto come una sine cura e, anche all'estero, ce ne rimproverano la completa inefficienza (anche se, naturalmente, non mancano le numerose eccezioni ed eccellenza).
La politica, in Italia, è ancora largamente vista come "quella cosa che deve trovare il lavoro a mio cognato". E il lavoro, naturalmente, lo deve trovare negli uffici pubblici.
Ecco perché la canzone di De André è perfetta, perché in questo contesto chi ci sguazza e ha potere sono i mafiosi e i camorristi, i vari Don Raffaè

Anonimo ha detto...

"[..] il livello di disoccupazione al 5,6% (il più basso degli ultimi 25 anni)"

Forse perchè siamo messi talmente tanto male, che la gente è costretta a fare qualunque lavoro (guadagnare 2 soldi) per arrivare tirati e pieni di debiti alla fine di ogni santo mese?


Cosa comprende il paccheto "Eredità" che avete lasciato, fame apparte naturalmente?

Non fate altro che trovare scuse, "ma quello ha fatto così, quell'altro colà"! Non vi siete accorti forse che l'italia sta diventando terzo mondo?
"Ieri, ho comprato un tramezzino... è possibile che UN TRAMEZZINO costi 2euro e 50cent??????? Ma vi sembra normale? mica tutti hanno il vostro stipendio... anche se SICURAMENTE lavorano molto più di voi.. e a 60 anni ne dimostrano 120.. Caro Eugenio, Lei si è mai alzato alle 5 del mattino per andare a guadagnarsi squallidi 30 euro? Ha una casa sua?? O forse NO? Perchè ha uno stipendio così basso e soprattutto ha solo un contratto di 3 mese ed il mutuo (un ulteriore debito a vita) è solo un sogno? Poi naturalmente esce dal lavoro alle 3 del pomeriggio con la sua auto di 20 anni fa, UNA EURO 0, e si becca pure la multa, perchè c'è il blocco.. e che caspita lo poteva pagare l'abbonamento per avere il diritto di inquinare, eppure NON MULTA nessuno quei poveretti che stano là al governo a fare i porci comododi loro, dormono, si raccontano barzellette, mangiano in mensa per 50 centesimi, e INQUINANO L'ITALIA

QUESTA E' L'ITALIA, bella, puo' continuare ad aggrapparsi ai Fini, "l'eterna promessa" a leader della CDL.. ma tanto nella cosiddetta M*RDA ci siamo noi..

Eugenio ha detto...

@anonimo: leggo sempre con attenzione ciò che scrivi e colgo una tua forte amarezza di fondo e un certo senso di sfiducia generalizzata. A volte trovo nelle tue parole anche un fondo di verità e consapevolezza di una situazione difficile. Ma poi ho l'impressione che ti lasci trascinare dal peggior qualunquismo, che finisce per annullare quanto di utile potresti portare alla discussione.
Ad esempio, è un dato oggettivo, certificato dalle istituzioni europee e dai più autorevoli osservatori stranieri che le condizioni economiche generali dell'Italia siano notevolmente migliorate e che l'Italia era sulla buona strada con il Governo Prodi, fermo restando tutti i problemi che pure continuano ad esserci per molti italiani. Poi fai il discorso dei prezzi eccessivi, e lo condivido, ma non si può dimenticare che la scalata senza nessun controllo dei prezzi la si è avuta nei cinque anni di Berlusconi e non negli ultimi 16 mesi. O no?
Poi mi parli di come gli altri lavorino "più di noi", dove il noi sarebbero quelli che vivono di politica.
Posso solo dirti che almeno per quattro anni ho lavorato come un mulo in politica senza vedere una lira, che l'ho fatto rinunciando ad altri lavori molto più sicuri rischiando di non raccogliere alcun frutto e tagliarmi ogni possibilità, subendo le peggiori offese da chiunque (sparare sui politici è facilissimo sport nazionale da sempre). Inoltre, siccome posso dire con certezza di frequentare quotidianamente un certo numero di politici, parlamentari e ministri, posso assicurarti di conoscerne moltissimi che lavorano molto più delle canoniche otto ore quotidiane. Che per il lavoro che fanno, spesso sabati e domeniche comprese, trascurano enormemente gli affetti familiari (e oggi che ho una moglie e un figlio capisco meglio quanto pesi). Molti di questi, poi, che hanno competenze eccezionali, nonostante i luoghi comuni sulla politica o le giuste critiche su alcuni eccessi o privilegi, guadagnamo quanto un loro collega all'estero o, in molti casi, ancora meno. E sicuramente guadagnamo molto meno di quanto guadagnerebbero lavorando nel privato.
Tutto questo lo dico, non perché sia convinto che stavamo disegnando il miglior mondo possibile o perché penso che il parlamento e i partiti siano pieni di poveri cristi che si sacrificano per noi, ma perché sono stanco di tanta demagogia, populismo e qualunquismo. Sono stanco di sentir parlare in certi termini contro i politici senza che nessuno si prenda la briga di fare un minimo di distinzioni e dare a ognuno torti e meriti. Sono stanco di vedere accomunate persone come Cesare Previti o Marcello Dell'Utri ad altre come Pierluigi Bersani o Ugo Sposetti.
E sono stanco di veder contrapposti i politici cattivi, ricchi, privilegiati e nullafacenti contrapposti alle altre categorie di brave persone. Non è assolutamente così.
Comunque, ripeto, leggo sempre con attenzione le tue parole e ci rifletto sopra parecchio, mi sforzo di capire.
L'unica cosa che francamente non capisco, è il perché tu abbia tanto timore a mantenere l'anonimato. Ma va bene anche così.

Anonimo ha detto...

Non sono l'anonimo di prima, ma un'altro ancora,,cresciuto e pasciuto come te in mezzo alle colline della presila...come fai a difendere quei pagliacci da circo paesano(magari circo orfei...lì ci sono i professionisti)...pensa alla gente vera,,,quella del tuo paese che si fà il mazzo...dove vivi adesso???stai facendo qualcosa per difendere un paese che sta andando a rotoli???sicuramente no....se il paese fosse stato nelle mani giuste non si sarebbe abbattuto contro un muro talmente alto che solo i muli come voi non vedono....

Eugenio ha detto...

@anonimo: siccome fai riferimento alla presila, non ho capito a chi ti riferisci quando parli di "pagliacci da circo paesano", ai politici romani o quelli caccuresi? E quando mi chiedi se faccio qualcosa per difendere un paese che va a rotoli, ti riferisci all'Italia o a Caccuri? E infine, quando dici che se "il paese fosse stato nelle mani giuste non si sarebbe abbattuto contro un muro", intendi Caccuri o l'Italia? Sai, ai muli devi ripetere più volte le cose e specificarle bene.
A parte gli scherzi, non è una provocazione, ma non ho capito davvero a chi ti riferisci. Se mi aiuti non mi sottrarrò alla risposta.

maga ha detto...

Caro Eugenio, tu parli di demagogia di populismo e di qualunquismo, che nn è giusto generalizzare, ma come si fà a nn generalizzare se su 10 politici 9 fanno pena! li vogliamo far diventare martiri? mhàa... e per quanto mi riguarda nn credo alla favola dei politici che lavorano tanto come muli.....io nn conosco nessuno eppure mio malgrado sò di chi parlo!!! nn a caso nessuno entrato in questa "dimensione" ne esce a mani vuote....anzi nn ne esce, ANZI NN VUOLE USCIRNE...nn solo lo stipendio ripeto ma privilegi a gogo lo vediamo-viviamo nel micro di una cittadina figuriamoci nelle adiacenze della stanza dei bottoni!
Ma quali sforzi fanno questi "professionisti" che nella maggior parte dei casi prendono la laurea honoris causa....quando io come i + x esempio mi sono dovuta mantenere da sola facendo la promoter nei centri commerciali, la segretaria, la cassiera ect. perchè mio papà un operaio nn poteva coprire tutte le spese nonostante frequantassi una pubblica università, e soprattutto nonostante mio papà lavorasse come un MULO!! sono con te solo quando dici che si spara a zero sui politici....ma solo xchè credo che SERVIREBBERO' I FATTI + CHE LE PAROLE!! e poi basta guardare qualche discussione in parlamento RIDICOLI!! loro cavalcano la demagogia il populismo e il qualunquismo....noi abbiamo solo la colpa-desiderio DI VOLER CREDERE IN QUALCOSA! Eugè ma cosa dico ora un gruppo di studenti che ho cercato di sensibilizzare con tutte le mie forze....che si sento storditi da tutto questo BACCANO....io dirò loro quello che oggi posso solo sussurrare a mio figlio vista la sua tenera età, che con un sorriso mi fa sentire in colpa x questo futuro che anche io contrubuisco a costruire MI DISPIACE NN SIAMO IN GRADO DI CAMBIARE LE COSE! NN SIAMO IN GRADO DI RIBBELLARCI, NN SIAMO LIBERI!!!

Anonimo ha detto...

Caro Dr. Marino vorrei che Lei mi spiegasse un paio di cosine:

tempo fa, il suo Parlamento ha approvato un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa 1.135 euro al mese, e soprattutto avete votato all'unanimità e senza astenuti!!! Tutti favorevoli eh?

poi Lei ha:
-RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)
TUTTI ESENTASSE

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (io pago 9.90euro per pranzare ogni giorno)

Intascate uno stipendio e avete diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre, obbligate i cittadini a 35 anni di contributi (se va bene!!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassate con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

in poche parole:
La classe politica ha causa al Paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

E ora con quale dignità e orgoglio Lei, fa la vittima e difende la sua categoria?


vergognatevi

Eugenio ha detto...

@anonimo: preciso subito che non faccio assolutamente la vittima, che vivo del mio lavoro (contratto da funzionario politico, ma co.co.pro.), che non sono parlamentare e non godo di nessun privilegio vero o presunto. Detto ciò provo a fare chiarezza su cose che conosco perché nell'ambiente. Fermo restando che sono convinto che per fare bene il parlamentare alcune agevolazioni sono necessarie, anche se so che di questi tempi non si può nemmeno pensare senza essere messo alla pubblica gogna.

- RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese:
non esiste alcu rimborso affitto. C'è una diaria mensile di 4000 euro che viene ridotta per ogni assenza da votazioni in aula e che viene utilizzata per vivere a Roma.

- INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)

- TUTTI ESENTASSE:
l'indennità lorda è di circa 11,000 euro di cui il netto è poco più di 5,400 (quindi non è esentasse)

- TELEFONO CELLULARE gratis:
nessun telefonino viene fornito ai parlamentari, tantomeno telefonate. Hanno linee telefoniche in ufficio che sono gratuite solo per le telefonate locali. Per le altre telefonate hanno un codice ed il costo gli viene addebitato. Hanno un rimborso annuo di 6,000 euro e, ti assicuro, non è eccessivo, soprattutto per chi fa il parlamentare estero o si occupa di politica estera.

- TESSERA DEL CINEMA gratis:
non esiste e l'ingresso al cinema lo pagano.

- TESSERA TEATRO gratis:
Non esiste e l'ingresso a teatro lo pagano. Godono di una tessera del CONI (che non paga lo stato) per l'ingresso gratuito allo stadio. Devono prenotare in anticipo e possono entrare solo se ci sono posti disponibili.

- TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis:
Nessuna tessera autobus o metro e devono pagare.

- FRANCOBOLLI gratis:
E' falso, pagano tutte le spese postali.

- VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis:
Si, vero. Non dimenticare, però il gran numero di iniziative politiche che fanno in tutta Italia.

- CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis:
Si, è vero, come sopra.

- PISCINE E PALESTRE gratis:
Non esiste.

- FS gratis:
Si, vero, come sopra.

- AEREO DI STATO gratis:
i parlamentari no! I Ministri possono usare aerei di Stato solo se in missione di Stato.

- AMBASCIATE gratis:
che significa?

- CLINICHE gratis:
quelle pubbliche si, ma anche per noi. Quelle private no. Pagano una quota mensile per l'assistenza sanitaria convenzionata che probabilmente prevede anche il ricovero gratuito in caso di emergenza.

- ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis:
Non è cosi per tutti i lavoratori!!!

- ASSICURAZIONE MORTE gratis:
Non mi risulta che il Parlamento preveda polizze vita.

- AUTO BLU CON AUTISTA gratis:
C'è un parco macchine che funziona con prenotazione, ma le auto blu possono usarle solo i parlamentari in missione.

- RISTORANTE gratis (io pago 9.90euro per pranzare ogni giorno):
pagano anche loro, in media 10 euro.

"Intascate uno stipendio e avete diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre, obbligate i cittadini a 35 anni di contributi (se va bene!!!)"
Personalmente intasco uno stipendio da co.co.pro. e non so se e che pensione avrò.
I parlamentari che hanno aftto almeno due anni e 6 mesi di legislatura e vogliono la pensione, dopo il mandato parlamentare devono continuare a pagarsi da solo i contributi fino al raggiungimento dell'età pensionabile.

- Circa Euro 103.000,00 li incassate con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

I rimborsi elettorali arrivano ai partiti e non ai singoli parlamentari.

Sperando di aver fatto almeno un po' dichiarezza, ti saluto con l'augurio di cominciare una discussione seria su ciò che è privilegio necessario e ciò che è privilegio dannoso.

P.S. Per piacere, sempre tenendo il sottoscritto fuori da ogni sospetto, poiché con un contratto da funzionario politico co.co.pro.

ubik ha detto...

Fini e' come Sarkozy. Tutta scena, sono anni che viene disegnato come "promettente", "di bele speranze". Per la verita'sono anni che non ne imbrocca una per rendersi autonomo e credibile.
Comunque io non sono cosi' sicuro della vittoria del centrodestra. Forse iniziano a rendersi conto che e' un po' piu' tosta di come se'erano immaginato.

lupoAlberto ha detto...

complimenti per il tuo impegno politico, che sembri prendere molto seriamente, e lo dichiari... mi raccomando solo di non farne un "mestiere", anche se ora per te lo è... ma, anzichè chiamarlo "funzionario politico", (che evoca altri tempi, per molti "bui ma rischiarati" da chi era investito del ruolo di "commissario politico"!), non sarebbe meglio descriverlo come "incaricato organizzativo", o "political network executive", o allora "attivista militante" ???
venendo ai p-democratici, ho molto apprezzato il recente impulso dato anche alla rete e ai blogger di sostenitori, con un forum, "New Media" del Pd, presieduto da mario adinolfi (il link per iscriversi è http://newmedia.gruppi.ilcannocchiale.it/). La straordinaria novità del Partito Democratico può essere, insieme al rinnovamento delle facce, il rinnovamento dei luoghi e dei linguaggi della politica, non credi? Invitiamo tutti i simpatizzanti a parteciparvi, mi sembra importante e significativo.... sei d'accordo?
ciao e buon lavoro, da lupoAlberto dall'Emilia-Romagna

Anonimo ha detto...

@lupo: grazie della fiducia. Circa il termine funzionario, diciamo che ci sono affezionato, soprattutto nell'accezione positiva e nel personale ricordo legato a funzionari del mio partito che hanno dedicato la propria vita a una causa (a volte sacrificando e mandando a monte il proprio matrimonio) e che sono delle bellissime persone. Sono d'accordo sull'utilità della rete e penso che questo mio blog stia a testimoniarlo.
Eugenio

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

Eugenio Marino ha detto...

@anonimo: carissimo,
ho notato che già da un po' di tempo trovo in molti miei post, anche vecchissimi, brevi commenti di un "anonimo". Spesso sono commenti identici, tipo questo tuo, sia in italiano che in inglese. Scusa se te lo chiedo, ma sei tu che preferisci rimanere anonimo o non riesci a firmarti? Grazie comunque.

Anonimo ha detto...

imparato molto